00 2/13/2012 9:15 AM
Quando si parla di Canneto Di Caronia si puo' trovare diverse interpretazioni, dall'esperimento militare contro una popolazione inerme fino agli extraterrestri che starebbero collaudando strategie per mettere eventualmente in ginocchio le societa' industriali in modo chirurgico. Sono stati i mass media a rendere popolare una interpretazione che coinvolge test fatti da alieni:
www.ilgiornale.it/interni/i_roghi_misteriosi_sicilia_armi_segrete_alieni/26-10-2007/articolo-id=215896-page=0-co...
tra cui il famoso testo riportato dal giornale "L'Espresso", attribuito ad un comunicato non ufficiale della Protezione Civile:
"...tecnologie militari evolute anche di origine non terrestre potrebbero esporre in futuro intere popolazioni a conseguenze indesiderate. Gli incidenti di Canneto di Caronia potrebbero essere stati tentativi di ingaggio militare tra forze non convenzionali oppure un test non aggressivo mirato allo studio dei comportamenti e delle azioni in un indeterminato campione territoriale scarsamente antropizzato."
Sentirete le puntualizzazioni piu' disparate, diffusa e' l'idea che il governo avrebbe dovuto evacuare la popolazione vanificando cosi' gli esperimenti, aver lasciato "irradiare" per anni quella gente sembra suggerire che prevenire allarme e panico (e quindi lo status quo del potere) sia piu' importante che salvare la sicurezza dell'Italia. Perche' se si trattava di esperimenti su come abbattere il nostra paese, come suggerito nel comunicato sopra, quei test andavano sabotati e vanificati con ogni mezzo e sotterfugio possibile. Nessuno puo' dimostrare con certezza che gli ufo esistano come mezzi extraterrestri, ma se a Canneto Di Caronia il possibile nemico di domani (umano o alieno che sia) sta' facendo la sua palestra per valutare i danni che arreca, per molti sarebbe stato meglio il panico temporaneo di ammettere pubblicamente di fatto che gli ufo esistono (come gia' avvenuto in alcuni stati):
www.youtube.com/watch?v=aWj5v_MqtBs
che aiutare un avversario a migliorare il modo di mettere l'Italia in ginocchio. E' chiaro che l'atteggiamento governativo potrebbe essere messo domani sotto accusa da polemiche molto roventi, compromettendone ancora di piu' la credibilita'. Nessuno ha le prove certe che gli ufo esistono, ma se si concretizzasse la consapevolezza generale che da decenni i governi sapevano della loro esistenza ed hanno pensato solo a tacere, di fronte ad un pericolo extraterrestre (vero o presunto) la gente penserebbe che i politici li hanno traditi, e che il potere ha pensato solo a difendere i suoi interessi. Il segreto infatti avrebbe impedito a tutta la struttura sociale di adeguarsi ad un possibile pericolo, tutto sarebbe inadeguato, dalla progettazione delle strade alla rete elettrica, dalle strutture aeroportuali fino alla circolazione delle merci. Gli stessi cittadini non avrebbe potuto adeguare le loro esistenze ad un possibile rischio nel corso della loro vita, e la loro progettazione del "cammino" si rivelerebbe fondata su bugie credute con troppa facilita'. Se dagli anni cinquanta sapessimo tutti quanti questa presunta' verita' avremmo miliardi di cervelli che ci pensano, producendo piogge di idee e risorse utili, cosa che il segreto non potra' mai fare allo stesso modo coinvolgendo solo poche elite' e fondi ridotti. Niente di strano allora che domani potreste trovare folle di incazzati che tuoneranno che pur di salvare gli interessi di religiosi, politicanti e banchieri si siano persi decenni di tempo? Qualcuno si e' turbato di quando ho scritto che, essendosi ammalati gli abitanti di Canneto, ora contengono nei loro corpi dati interessanti sugli effetti di questi attacchi elettromagnetici:
www.croponline.org/bbforum/viewtopic.php?t=6528
e che diverse fazioni potrebbero essere alla ricerca di queste informazioni con ogni metodo possibile per migliorare la propria capacita' bellica. Ho proiettato solo un possibile scenario, ma si possono facilmente pensare altre ipotesi futuribili. Se si trattava di esperimenti, per ora si sarebbe trattato solo di un piccolo paesino "scarsamente antropizzato", che e' solo uno dei possibili ambienti urbani che si trovano in Italia o in altri stati. Perche' questi eventuali test abbiano successo e siano veramente utili a chi li compie e' probabile che altri tipi di comunita' dovranno essere prese di mira in futuro, valutando in quanto tempo esse vengono paralizzate e le contromisure adottabili dalle popolazioni colpite. Una citta' industriale ha ben piu' risorse costruttive per cercare di difendersi con gabbie di Faraday oppure con immensi pannelli di stagnola (serviranno?), e' plausibile che gli Sperimentatori potrebbero quindi presto colpire un comune piu' grande della minuscola frazione di Canneto, ed infine una citta' di medie dimensioni? Dopo Canneto di Caronia tocchera' quindi a tutta Caronia, e poi a Messina essere irradiate? Cosa fara' il governo in queste ipotesi? Continuera' a lasciare che forse qualcuno si addestri per affondare sempre meglio delle societa' industriali o evacuera' masse di gente compromettendo la prova? Pensera' alla difesa dell'ordine pubblico e dello status quo invece che al futuro? Da qualche anno l'Italia si arma incredibilmente nonostante la crisi:
notiziegenova.altervista.org/index.php/economia/1304-italia-il-costo-esorbirante-della-spesa-militare-tocca-un-record...
tutta l'elettronica di questi armamenti e' a rischio se vengono implicati impulsi elettromagnetici tipo quelli ipotizzati a Canneto Di Caronia. Forse a Roma stanno dando prova di confusione ed imprevidenza verso il futuro, fino a che lo penseranno poche persone non fa' molta differenza, ma che dire se simili idee arrivassero per via di logica deduzione nella mente di milioni di italiani? Non sempre si puo' gestire una perdita totale di credibilita' durante una dura crisi economica.
Buona giornata.
Daniele Dellerba.