printprintFacebook

Risorse: Regolamento | Assistenza e Aiuto | Comunicazioni generali   Condividi:    
Visita il sito Ufoonline.it 
per ulteriori notizie, immagini e commenti.

Archivio + Ricerca + Opinioni + Tag + Speciali + Vostri avvistamenti 

Ricerca per anno di tutti gli articoli2010 - 2011 - 2012 - 2013 - 2014  TAG articoli archiviati sul sito:

Ufo | Marte | Scienza | Misteri | CropCircles | CoverUp | Seti | Astronomia | UfoinTv | Criptozoologia  

2012 | Sole | Interviste | Editoriali | Neo | Religione | Avvistamenti | Storia | Analisi | Luna 

Abductions | Droni | Astrobiologia | Paleoastronautica | Disastri | Complottismo | Terra


 
Previous page | 1 2 3 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Foto marziane provenienti da HIRISE

Last Update: 3/5/2014 4:30 PM
OFFLINE
Post: 5,607
Registered in: 5/18/2011
Gender: Male
Utente Master
6/18/2011 2:47 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Questa immagine mostra dune di sabbia nelle vicinanze del polo Nord di Marte sottoposte al processo di scongelamento.

Attorno al polo Nord di Marte si trova una vasta regione o “mare” di dune di sabbia che vengono ricoperte dalla brina di biossido di carbonio o dal ghiaccio durante l’ inverno dell’ emisfero settentrionale. Le zone chiare stanno ad indicare parti delle dune che sono ancora coperte di brina o di ghiaccio.

Quando l’ emisfero nord di Marte entra nella primavera ed inizia a riscaldarsi, il biossido di carbonio sublima (passando da solido a gas direttamente, senza passare dallo stato liquido). Il biossido di carbonio sublima in modi sorprendenti, con il gas intrappolato che fuoriesce violentemente dal ghiaccio sotto forma di getti, che trasportati dal vento lasciano strisce scure sul terreno.

Durante l’ estate, tutta la brina sarà sublimata lasciando dietro di sé scure dune di sabbia. Le dune che non si sono scongelate sono scure a causa della provenienza vulcanica delle rocce da cui derivano. [SM=g1950684]

[Edited by KOSLINE 6/18/2011 2:55 PM]
OFFLINE
Post: 5,607
Registered in: 5/18/2011
Gender: Male
Utente Master
6/18/2011 3:00 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Depositi stratificati del polo Nord durante la primavera
Questa foto mostra una parte dei depositi stratificati del polo Nord di Marte. La foto è stata ripresa durante la primavera dell’ emisfero settentrionale quando i depositi sono ancora ricoperti di ghiaccio secco sotto forma di brina o di ghiaccio.

Tuttavia, i differenti strati del deposito sono ancora visibili a causa delle variazioni di rilievo; infatti, il ghiaccio contribuisce a mettere in evidenza i rilievi. Se gli strati di questo deposito potessero essere messi in relazione con gli strati di altre aree, allora sarebbe possibile porre vincoli più stringenti alla geometria delle stratificazioni all’ interno della calotta polare settentrionale.

Si ritiene che questi depositi stratificati siano costituiti da ghiaccio e da polvere depositati che hanno registrato i cambiamenti climatici avvenuti nel corso di migliaia di anni. [SM=g1950684]
6/18/2011 3:34 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Belle queste foto!!!
Certo che Marte ogni giorno ci mostra sempre di più i suoi misteri!!
OFFLINE
Post: 5,557
Registered in: 10/20/2010
Gender: Male
Utente Master
6/18/2011 3:53 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Belle foto ravvicinate bravo KOSLINE ! [SM=g1420767]
[Edited by IRONMAN.75 6/18/2011 3:53 PM]
OFFLINE
Post: 5,607
Registered in: 5/18/2011
Gender: Male
Utente Master
6/18/2011 4:02 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
IRONMAN.75, 18/06/2011 15.53:

Belle foto ravvicinate bravo KOSLINE ! [SM=g1420767]



grazie ragazzi ma esistono a piu' alta risoluzione 3 volte di piu' ma sono troppo grandi non me le fa' inserire [SM=g2201336] poi inserisco qualche altra fotina interresante .... [SM=g1950677]




OFFLINE
Post: 3,027
Registered in: 1/24/2009
Gender: Male
Utente Master
6/18/2011 4:27 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

bellissime foto
da quello che ho letto, HIRISE (High Resolution Imaging Science Experiment ) nel 2010 ha mappato 1% della superficie marziana con questa qualità di immagini.
con la sua risoluzione può vedere oggetti della dimensione di circa 1 metro sulla superficie marziana ... [SM=g1420770]
[Edited by bambino_69 6/18/2011 4:28 PM]
OFFLINE
Post: 14,856
Registered in: 10/16/2007
Gender: Male
Utente Master
6/18/2011 6:02 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

altra fotina marziana
6/18/2011 6:13 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Bella,non c'era più grande? [SM=g8908]
OFFLINE
Post: 5,607
Registered in: 5/18/2011
Gender: Male
Utente Master
6/19/2011 4:35 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Spirit, Spirit, che brilli splendente
Questa osservazione ha ripreso cucciolo Spirit, il Mars Exploration Rover della NASA, che brilla al sole vicino alla formazione “Home Plate” all’ interno del cratere di Gusev.

@RICHARD , bella la tua fotina ma come azzarola fai a inserirla [SM=g2201336]

@BAMBINO non so bambino HIRISE (High Resolution Imaging Science Experiment ) che % del suolo marziano abbia rimprenso ,cmq si arriva da quello che so ad una risoluzione di un metro [SM=g1420770]


[Edited by KOSLINE 6/19/2011 4:40 PM]
OFFLINE
Post: 14,856
Registered in: 10/16/2007
Gender: Male
Utente Master
6/19/2011 6:20 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

altra fotina del Nili Patera su Marte
[Edited by (richard) 6/19/2011 6:20 PM]
OFFLINE
Post: 3,027
Registered in: 1/24/2009
Gender: Male
Utente Master
6/19/2011 6:40 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

con foto di questa definizione, non ci scappa più niente su marte !
6/19/2011 6:55 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Davvero suggestive queste belle fotine!!!
OFFLINE
Post: 15,152
Registered in: 9/23/2009
Gender: Male
Utente Master
6/20/2011 11:13 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Foto stupende.
OFFLINE
Post: 5,607
Registered in: 5/18/2011
Gender: Male
Utente Master
6/20/2011 11:49 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

[SM=g1420767] RICHARD bellissima la tua fotina... me la rubo [SM=g1420769]
OFFLINE
Post: 5,607
Registered in: 5/18/2011
Gender: Male
Utente Master
6/20/2011 9:24 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ematite in Capri Chasma
L’ ematite grigia in forma cristallina (Fe203) è stata rivelata per la prima volta su Marte per mezzo dello strumento TES (Thermal Emission Spectrometer) della sonda Mars Global Surveyor. Il sito di atterraggio del rover Opportunity è stato scelto proprio nelle vicinanze di uno di questi siti ricchi di ematite nel Meridiani Planum. Dopo l’ atterraggio e l’ esplorazione della superficie, gli scienziati hanno scoperto che l’ ematite si trova sotto forma di sferule arrotondate di circa un millimetro di diametro che si trovano concentrate sugli strati superiori del terreno.

In questa immagine ripresa dalla HiRISE all’ interno di Capri Chasma, TES ha inoltre scoperto la stessa ematite grigia in forma cristallina, come quella trovata in Meridiani Planum. L’ immagine RGB a falsi colori mostra una superficie rossastra, coerente con un materiale che contenga ferro. Qui le pianure sono simili a quelle viste in Meridiani Planum e suggeriscono che le particelle ricche di ematite si concentrano negli strati superficiali dove possono essere risolte dall’ orbita per mezzo di uno strumento come il TES.
OFFLINE
Post: 5,607
Registered in: 5/18/2011
Gender: Male
Utente Master
8/1/2011 5:40 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Torniamo ad esplorare Marte con le fotografie spettacolari della sonda NASA Mars Reconnaissance Orbiter (MRO), in orbita intorno al

Pianeta Rosso dal 2006. La fotocamera telescopica dell'esperimento HiRISE (High Resolution Science Imaging Experiment) ci regala (da

sempre) foto mozzafiato, dal significato scientifico anche più importante.La bellissima immagine che vedete in basso mostra evidenti

segni di movimento sulla superficie del pianeta. attività geologiche che concorrono a modellare il paesaggio.Varie volte abbiamo già

osservato che Marte è un pianeta attivo. Ebbene quello che vedete ne è un esempio. Sono mostrate dune presenti nell'emisfero sud.In

particolare quest'area è oggetto di osservazione da ormai tre anni marziani (circa sei anni terrestri). [SM=g1950684]


OFFLINE
Post: 5,607
Registered in: 5/18/2011
Gender: Male
Utente Master
8/1/2011 5:44 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

La foto seguente mostra la stessa area ripresa nel precedente post ma in momenti differenti che certificano l'evento [SM=g1950684]



OFFLINE
Post: 41
Registered in: 5/2/2010
Gender: Male
Utente Matricola
9/2/2011 3:27 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Sono meravigliose
OFFLINE
Post: 3,027
Registered in: 1/24/2009
Gender: Male
Utente Master
9/2/2011 9:46 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

magnifiche foto
OFFLINE
Post: 5,607
Registered in: 5/18/2011
Gender: Male
Utente Master
9/3/2011 2:24 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Questa immagine dell’HiRISE mostra tre nubi isolate composte da polvere e situate vicino a un dirupo nella regione polare nord di Marte.

Queste nuvole, che si muovono appena sopra il terreno e che arrivano ad essere alte circa 50 metri, sono probabilmente il risultato di una valanga composta da ghiaccio d’acqua o ghiaccio secco (anidride carbonica congelata). Il ghiaccio rimane attaccato alla scarpata nel freddo e buio inverno marziano, in seguito, con l’arrivo della primavera e della luce solare, lascia la sua presa e cade a valle compiendo un salto di circa 700 metri. La scarpata è composta da diversi strati di ghiaccio d’acqua con una concentrazione di polveri che varia da strato a strato in modo simile a quello che possiamo travare nelle calotte polari sulla Terra.

Sullo strato superficiale della calotta polare troviamo principalmente il bianchissimo ghiaccio secco. L’anno scorso, durante il monitoraggio per lo studio dei cambiamenti stagionali di questa regione, HiRISE fotografò, tra la sorpresa e l’emozione dei ricercatori, una valanga (vedi PSP_007338_2640)! Quest’anno siamo pronti per fotografarne delle altre!

L’osservazione continua di queste scarpate sui bordi dei depositi di ghiaccio stratificati sparsi sull’intera regione polare di Marte, ci permetterà di capire se queste valanghe sono una caratteristica tipica dell’alternarsi delle stagioni. Diversi eventi simili a questo sono avvenuti all’inizio di quest’anno sulla stessa scarpata (vedi ESP_016173_2640) e molte altre valanghe sono state osservate altrove (vedi ESP_016228_2650) su una estensione che abbraccia circa un terzo della circonferenza della regione polare.


Osservando le singole valanghe e mettendole in sequenza si può osservare, nell’insieme, tutto il processo, dall’inizio (ghiaccio e detriti che cadono) alla fine (nuvole gonfie e durature nel tempo). In base alle osservazioni di quest’anno, le valanghe avvengono principalmente a metà della primavera, l’equivalente, qui sulla Terra, di fine Aprile e inizio Maggio. Nell’insieme sembra essere un processo comune e regolare della primavera dell’emisfero Nord di Marte.



Traduzione: Pasquale Schiaretta

fonte dati foto HiRISE Operations Center
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 3 | Next page
New Thread
 | 
Reply

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:22 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com

Ufoonline.it offre i suoi contenuti nella nuova Fan Page di Facebook, un modo semplice e comodo per essere informati in tempo reale su tutti gli aggiornamenti della community direttamente nel tuo profilo del celebre Social Network. Se ti iscrivi gratuitamente, puoi interagire con noi ed essere informato rapidamente sulle ultime notizie ma anche su discussioni, articoli, e iniziative.