Risorse: Regolamento | Assistenza e Aiuto | Comunicazioni generali   Condividi:    
Visita il sito Ufoonline.it 
per ulteriori notizie, immagini e commenti.

Archivio + Ricerca + Opinioni + Tag + Speciali + Vostri avvistamenti 

Ricerca per anno di tutti gli articoli2010 - 2011 - 2012 - 2013 - 2014  TAG articoli archiviati sul sito:

Ufo | Marte | Scienza | Misteri | CropCircles | CoverUp | Seti | Astronomia | UfoinTv | Criptozoologia  

2012 | Sole | Interviste | Editoriali | Neo | Religione | Avvistamenti | Storia | Analisi | Luna 

Abductions | Droni | Astrobiologia | Paleoastronautica | Disastri | Complottismo | Terra


 
Print | Email Notification    
Author

JFK e gli UFO: In un documento le ragioni del suo assassinio?

Last Update: 2/2/2012 10:16 PM
2/1/2012 2:51 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Io infatti non ho mai parlato di alieni e UFO intorno all'omicidio Kennedy, figuriamoci. Meglio basarci su ben altro. Riguardo Oswald ci sta che quel giorno sia stato presente, insieme ad almeno un altro tiratore (notare che Oswald era considerato tiratore scelto e non cecchino), ma IMHO, ha utilizzato tutt'altro fucile.
OFFLINE
Post: 6,327
Registered in: 7/18/2011
Gender: Male
[IMG]http://oi65.tinypic.com/2hq8bb5.jpg[/IMG]
Utente Master
2/1/2012 3:27 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Non dicevo per te, mi riferivo a quello che nei decenni è stato scritto.

E se insabbiamento c'è stato c'è stato, il demerito lo si deve alle penne sensazionalistiche che hanno fatto il gioco di chi ha iniziato il cover-up.

Forse non sapremo mai la verità.

2/1/2012 3:52 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Sìsì.

Curioso che secondo gli italiani qualcosa non quadrava, e che non era possibile l'utilizzo del Carcano, mentre secondo l'esercito USA e l'FBI, tutto quadrava. Ma a parte i punti oscuri e così via, ciò che non torna sull'azione di Oswald è l'enormità dei 5 secondi, ossia dei tre colpi in rapidissima sequenza, cosa veramente assai ma assai improbabili. Il Carcano ha anche un rinculo bello forte, che colpisce la spalla violentemente, e 5 secondi, calcolando la mira, l'adrenalina dell'azione in quel momento, il ricaricare un bolt-action e poi sparare, è una cosa veramente stupefacente. Calcolando che un bolt-action è studiato apposta per i cecchini che devono colpire un bersaglio con un solo colpo (one shot one kill), è dato dal fatto che già ricaricare e colpire una seconda volta il bersaglio è molto improbabile, anche con i fucili odierni, di gran lunga più sofisticati del Carcano. Colpire un bersaglio a meno di 100 metri non è strano, è strano invece l'utilizzo di quel tipo di fucile e la tempistica dei colpi.
[Edited by AlessandroCacciatore 2/1/2012 3:57 PM]
OFFLINE
Post: 6,327
Registered in: 7/18/2011
Gender: Male
[IMG]http://oi65.tinypic.com/2hq8bb5.jpg[/IMG]
Utente Master
2/1/2012 4:11 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Il Carcano teoricamente è in grado di sparare 15 colpi al minuto e distanze 10 volte superiori a quanto stimato per l'omicidio Kennedy, come possiamo vedere da questo articolo diverse persone hanno replicato il tiro dimostrando che ciò è possibile con tale fucile.

IL MANNLICHER CARCANO DI OSWALD POTEVA UCCIDERE KENNEDY?

1941 6.5 Mannlicher-Carcano (91/38) M1938 at 420 yards


Il Carcano va a segno a distanze dieci volte superiori alla sparatoria Kennedy

Un’informazione parziale e inadeguata sul fucile di Lee Oswald, il Mannlicher Carcano, ha portato il pubblico a ritenere che quel fucile non avrebbe potuto uccidere il presidente Kennedy nei modi e nei tempi calcolati dalla commissione Warren. L’arma usata da Oswald era invece in grado di uccidere a distanza decisamente maggiore rispetto a quella della sparatoria in Dealey Plaza del 22 novembre 1963. Alcuni amatori hanno messo a disposizione, su YouTube, i loro esperimenti con il Carcano allo scopo di mostrare che la presunta ‘impresa impossibile’ di Oswald non era tale. Il professor John K. Lattimer, conosciuto ricercatore del caso Kennedy, dimostrò con le sue mani che anche a novant’anni si possono sparare tre colpi con il Carcano, rispettando i tempi della sparatoria in Dealey Plaza, in meno di otto secondi. Il tutto senza troppa fretta.

Nel seguente video il professor John Kingsley Lattimer (1914-2007), ricercatore del caso Kennedy, a novant'anni dimostra che è possibile sparare tre colpi con il Mannlicher Carcano usato da Lee Harvey Oswald per assassinare il presidente Kennedy nei tempi e nei modi emersi nelle inchieste (tre colpi, ricaricando e puntando, i primi due in rapida successione e il terzo sparato dopo una pausa)
John K. Lattimer e il Mannlicher Carcano di Oswald





Fornte: www.johnkennedy.it/archives/17



2/1/2012 4:44 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Il punto è ricreare l'evento anche tramite la finestra a ghigliottina dove si trovava Oswald, dove aveva una visuale anche ridotta. Anche l'esperimento italiano fu riprodotto in un poligono di tiro. Furono in pochissimi quelli che riuscirono a sparare e a ricaricare in circa 5/7 secondi, ma il punto è che non furono ricreate le condizioni esatte di quel giorno. Anche io posso sparare velocemente e ricaricare, ma puntare un bersaglio e colpirlo tre volte è un'altra cosa. Non è come sparare in un poligono di tiro, cosa che io ho provato recentemente anche. Le condizioni e lo stato psicologico crollano miseramente. Un cecchino, sa meglio di un tiratore scelto (cosa che era Oswald) che bisogna calcolare molti fattori, anche le condizioni metereologiche e il vento, calcolare la giusta traiettoria, perché un qualunque errore potrebbe portare chiaramente a mancato bersaglio. Durante l'esperimento condotto in USA, le prime quattro volte, tutti i tiratori fallirono, e uno di loro il fucile si inceppò anche. Rendiamoci conto che Oswald è passato alla storia non solo con questa enorme bravura nel tiro e nella velocità di esecuzione, ma anche nella grande botta di culo che ha avuto. Colpire tutte e tre le volte un bersaglio, è molto ma molto improbabile, in particolare con un bolt action, che ha la caratteristica di incepparsi facilmente.
[Edited by AlessandroCacciatore 2/1/2012 4:49 PM]
2/1/2012 5:04 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ora che ci penso: che fine ha fatto il cervello di Kennedy? XD
OFFLINE
Post: 6,805
Registered in: 9/28/2005
Gender: Male
[IMG]http://i47.tinypic.com/vgr2v7.png[/IMG]
Utente Master
2/1/2012 5:09 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
AlessandroCacciatore, 01/02/2012 17.04:

Ora che ci penso: che fine ha fatto il cervello di Kennedy? XD




Vuoi la tesi ufficiale o quelle paracomplottistica?

Secondo quella ufficiale il contenitore con il cervello del Presidente Kennedy,rimosso durante l autopsia,venne consegnato nel 1966 al fratello Robert che con ogni probabilità lo depose ai piedi della bara.Nel 1967 infatti,nel massimo riserbo ed in una atmosfera quasi sacrale,il feretro del presidente venne trasferito dalla sua sepoltura provvisoria alla tomba definitiva costruita nel frattempo e costituita da una camera sotterranea a prova di acqua,umidità ed insetti.La bara con i resti imbalsamati di JFK si trova al centro della sala su un piccolo piedistallo in muratura.Ai piedi di questo Robert Kennedy depose l urna con il cervello ,prima che il sepolcro venisse sigillato per sempre.

Secondo la tesi paracomplottistica il cervello fu fatto sparire perchè da esso si potevano intuire le provenienze dei colpi di pistola ecc ecc ecc.

Quale delle due sia quella che almeno si avvicina alla realtà lo lascio al vostro "libero" arbitrio.
2/1/2012 5:13 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Non solo il cervello, ma anche le testimonianze di alcuni dottori e infermieri portano a pensare che qualcosa in realtà non tornava, e che da li si poteva capire tutt'altro. D'altronde fu scelto un team militare per occuparsi di Kennedy. Fatto sta che, il cervello, come tutto il resto d'altronde, doveva restare custodito, d'altronde era una prova, e come tale doveva comparire nei referti, cosa che non è mai avvenuta. Ciò è una stranezza pazzesca, soprattutto perché la vittima in questione è il presidente USA, e una mancanza del genere, a livello investigativo, è inaccettabile. Fatto sta nessuno ha visto il cervello, e non esistono analisi di esso.
OFFLINE
Post: 6,327
Registered in: 7/18/2011
Gender: Male
[IMG]http://oi65.tinypic.com/2hq8bb5.jpg[/IMG]
Utente Master
2/1/2012 5:14 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Improbabile non è impossibile, spesso si ritiene che quello che non sappiamo fare non sia possibile neanche agli altri, vedasi il classico esempio di un cerchio nel grano.

John Lattimer ha dato prova che un tiro del genere è possibile anche ad un novantenne.


en.wikipedia.org/wiki/John_Lattimer

Informazioni sul fucile Carcano

www.exordinanza.net/schede/carcano38.htm

personal.stevens.edu/~gliberat/carcano/
2/1/2012 5:16 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Strano, perché neanche secondo i nostri militari (il fucile è italiano, ed è stato testato dove questo fucile è stato creato) era possibile, almeno non in 5 secondi, non con quel fucile, e ce ne vuole. In realtà resta un'azione del tutto anomala (infatti è passata alla storia), e assai improbabile, ma certamente non impossibile.
[Edited by AlessandroCacciatore 2/1/2012 5:18 PM]
OFFLINE
Post: 6,805
Registered in: 9/28/2005
Gender: Male
[IMG]http://i47.tinypic.com/vgr2v7.png[/IMG]
Utente Master
2/1/2012 5:19 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
AlessandroCacciatore, 01/02/2012 17.13:

Non solo il cervello, ma anche le testimonianze di alcuni dottori e infermieri portano a pensare che qualcosa in realtà non tornava, e che da li si poteva capire tutt'altro. D'altronde fu scelto un team militare per occuparsi di Kennedy. Fatto sta che, il cervello, come tutto il resto d'altronde, doveva restare custodito, d'altronde era una prova, e come tale doveva comparire nei referti, cosa che non è mai avvenuta. Ciò è una stranezza pazzesca, soprattutto perché la vittima in questione è il presidente USA, e una mancanza del genere, a livello investigativo, è inaccettabile. Fatto sta nessuno ha visto il cervello, e non esistono analisi di esso.




Ma non ho capito perchè per ogni evento storico tutti vogliono vedere tutto. Il cervello lo avranno analizzato per quel poco che è rimasto visto che molto si è spiaccicato per terra. la consistenza di un cervello è molliccia una pallottola lo spapola. Cosa si può capire dall'analisi? Se aveva malattie veneree? Non è un'autopsia per vedere la causa della morte. E' inutile analizzarlo... o no?
2/1/2012 5:21 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

La quasi impossibilità sia chiaro che è data solamente dal dubbio che Oswald fosse o meno un fenomeno. I dati ci portano a pensare che fosse bravo, ma che non si fosse assolutamente qualificato come cecchino, il che è strano, dato che bisogna essere dei veri fenomeni nel tiro di precisione. Considerando che fra l'esplosione del primo colpo e quella del terzo trascorrono 5 secondi, vuol dire che il secondo colpo è stato esploso dopo 2,5 secondi dal primo colpo.
In questi due secondi e mezzo bisogna aprire l'otturatore per estrarre il bossolo e chiuderlo nuovamente, per incamerare una nuova cartuccia, prendere la mira e sparare. Tutto è possibile, ma per fare tutte quelle operazioni in rapida successione, 5 secondi, e senza sbagliare un colpo, bisogna essere veramente bravi.
2/1/2012 5:24 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Re:
UniversalMan, 01/02/2012 17.19:




Ma non ho capito perchè per ogni evento storico tutti vogliono vedere tutto. Il cervello lo avranno analizzato per quel poco che è rimasto visto che molto si è spiaccicato per terra. la consistenza di un cervello è molliccia una pallottola lo spapola. Cosa si può capire dall'analisi? Se aveva malattie veneree? Non è un'autopsia per vedere la causa della morte. E' inutile analizzarlo... o no?



Invece è utile eccome, che stai dicendo? Il proiettile utilizzato era perforante, significa che trapassava da parte a parte, con un peso approssimativo di 40kg, ad una distanza inferiore di 100m. Il cervello era in parte intatto, e un'analisi balistica avrebbe portato molti elementi utili per le indagini.
OFFLINE
2/1/2012 5:32 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Re: Re:
AlessandroCacciatore, 01/02/2012 17.24:



Invece è utile eccome, che stai dicendo? Il proiettile utilizzato era perforante, significa che trapassava da parte a parte, con un peso approssimativo di 40kg, ad una distanza inferiore di 100m. Il cervello era in parte intatto, e un'analisi balistica avrebbe portato molti elementi utili per le indagini.



A me risulta che la moglie di Kennedy abbia dichiarato che il presidente perdeva sangue e materia grigia copiosamente dopo essere stato colpito.
2/1/2012 5:33 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Certo, dato che è stato colpito alla testa, mi sembra ovvio che perdesse materia grigia, non trovate? Ho visto persone che si son sparate in testa e in bocca. Si perde sangue a fiumi (nel naso in particolare), ma non è come nei film. Il cervello non salta mai davvero in aria, non letteralmente comunque. Per far saltare in aria tutto, e dico, tutto, bisogna usare proiettili .50, fucili cosiddetti "antimateriali" non un FMJ, che ti passa da parte a parte. Questo crea dei buchi, ma sono netti e precisi, appunto classici dei proiettili perforanti. Non sono esplosivi, quindi non creano enormi danni.
[Edited by AlessandroCacciatore 2/1/2012 5:35 PM]
OFFLINE
Post: 105
Registered in: 1/10/2012
Gender: Male
[IMG]http://oi65.tinypic.com/2hq8bb5.jpg[/IMG]
Utente Senior
2/1/2012 5:37 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

googlate lucien sarti

oppure howard hunt

per ale cacciatore: molti chiamavano il carcano "arma caritatevole".....


muscanat a tutti, come direbbe un tizio su ufologando....
2/1/2012 5:40 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ciao Zomas. Eh sì, ma io direi di ricordare anche le dichiarazioni di James Files. Credo sia stato tutto organizzato da qualcuno della CIA, collegato alla Mafia per fare poi il lavoro materiale.

Riguardo al Carcano, qualcuno disse chiaramente che fosse un'arma da quattro soldi, ma non esageriamo.
OFFLINE
2/1/2012 5:40 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

en.wikipedia.org/wiki/John_F._Kennedy_autopsy

Perdonami ma sull'autopsia c'è scritto che il buco che aveva in testa era sfaccettato e con un diametro di 13cm nella zona di massima espansione...

Il cervello deve averglielo frullato e come...
2/1/2012 5:44 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Non si "frulla" mai completamente, dato che la scatola cranica non si sfonda del tutto, tranne la parte colpita dal proiettile. Ripeto: tranne proiettili esplosivi, un calibro 6,5 × 52 mm non desintegra mai tutto. Vista in questo modo, Kennedy doveva in realtà avere la testa del tutto disintegrata. In realtà parte del cervello resiste quasi sempre.
2/1/2012 5:46 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Scusate, ma non siamo un tantino OT già da un bel po'?
New Thread
 | 
Reply

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:04 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com

Ufoonline.it offre i suoi contenuti nella nuova Fan Page di Facebook, un modo semplice e comodo per essere informati in tempo reale su tutti gli aggiornamenti della community direttamente nel tuo profilo del celebre Social Network. Se ti iscrivi gratuitamente, puoi interagire con noi ed essere informato rapidamente sulle ultime notizie ma anche su discussioni, articoli, e iniziative.