printprintFacebook

Risorse: Regolamento | Assistenza e Aiuto | Comunicazioni generali   Condividi:    
Visita il sito Ufoonline.it 
per ulteriori notizie, immagini e commenti.

Archivio + Ricerca + Opinioni + Tag + Speciali + Vostri avvistamenti 

Ricerca per anno di tutti gli articoli2010 - 2011 - 2012 - 2013 - 2014  TAG articoli archiviati sul sito:

Ufo | Marte | Scienza | Misteri | CropCircles | CoverUp | Seti | Astronomia | UfoinTv | Criptozoologia  

2012 | Sole | Interviste | Editoriali | Neo | Religione | Avvistamenti | Storia | Analisi | Luna 

Abductions | Droni | Astrobiologia | Paleoastronautica | Disastri | Complottismo | Terra


 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Le lune terrestri sono 4?

Last Update: 2/18/2017 11:08 AM
OFFLINE
Post: 151
Registered in: 1/22/2017
Gender: Male
Utente Senior
2/16/2017 5:09 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Notizia un po' datata, ma con questa, adesso le lune terrestri diventano 4...

Cliccare per l'articolo
2/17/2017 4:41 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Secondo me saranno almeno 100 tra asteroidi più o meno grandi e rilevabili .
OFFLINE
Post: 479
Registered in: 1/5/2012
Gender: Male
Utente Veterano
2/17/2017 5:28 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Considerate quelle artificiali sono migliaia. Tra l' altro la ISS è ben più grande di questo asteroide dell' articolo, che poi non gira intorno alla terra ma la accompagna con un orbita solare
Mi piacerebbe comunque sapere secondo Zarzaco quali sarebbero le altre due lune che cita nel titolo...
OFFLINE
Post: 151
Registered in: 1/22/2017
Gender: Male
Utente Senior
2/17/2017 9:12 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Il mio conteggio era dato dalla Luna, da 2018 h03 e dalle due lune dell'Astronomo e professore matematico polacco K. Kordylewski che dall'Osservatorio di Cracovia, nel 1961 scoprì due oggetti NUBIFORMI che si trovano alla medesima orbita della Luna, proprio nel punto dove risultavano da analisi matematiche. Analisi matematiche che il Prof. Kordylewski attinse da ricerche di Newton e Lagrange.
Nel 1961 il su detto Astronomo potè anche fotografare i satelliti terrestri ottenendo per la prima volta nella storia 4 fotografie dei satelliti. La difficoltà di immortalarli è certamente per la bassa luminosità degli stessi oggetti, sfuggenti ad una ricerca casuale, ma non ad una ricerca sistematica dovuta all'intuizione geniale di un astronomo.

Infatti per poter distinguere questi due corpi celesti, è necessario attendere che siano completamente illuminati dal Sole, e cioè, siano in piena "fase" come per la Luna. Inoltre la luce della Luna potrebbe offuscare la vista dei corpi celesti ed è bene quindi ricercarli quando la Luna non è ancora sorta. Infine la luminosità diffusa della stessa Via Lattea potrebbe nasconderle all'osservazione. Le principali caratteristiche sono: Bassa luminosità e quindi poca luce riflessa. -Grande difficoltà di rilevamento, quindi sua invisibilità. -Sono costituite da un agglomerato centrale contornato da tanti piccoli frammenti. -Si presentano alla vista come nubi diffuse. -Due corpi celesti distinti vicini tra toro. -Probabile origine da distruzione di altro pianeta.

Dopo la conferma della scoperta di Kordylewski, sulle 2 nuove lune piombò (e te pareva) il "Smithosian Astronomical Observatory" statunitense attrezzato per il rilevamento dei satelliti artificiali. Quello che stupisce è che, dopo che i giornali di tutto il mondo diedero la notizia nelle prime pagine, sulle due lune cadde l'oblio. Strano noh! Che complottista che sono... [SM=g6794]
OFFLINE
Post: 479
Registered in: 1/5/2012
Gender: Male
Utente Veterano
2/17/2017 10:00 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ammesso che esistano, si tratterebbe di nubi di polvere situate nei punti lagrangiani L4 e L5, la stessa posizione che hanno gli asteroidi troiani sull' orbita di Giove.
Ammesso che esistano, perché una sonda spaziale giapponese li ha attraversati pochi anni fa e non ha registrato minima traccia di concentrazioni di polvere.
Ma se anche esistessero, ipotesi remota, non potrebbero essere definiti lune, una luna è un corpo solido.
OFFLINE
Post: 151
Registered in: 1/22/2017
Gender: Male
Utente Senior
2/18/2017 10:30 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
giambo64, 17/02/2017 22:00:

Ammesso che esistano, si tratterebbe di nubi di polvere situate nei punti lagrangiani L4 e L5, la stessa posizione che hanno gli asteroidi troiani sull' orbita di Giove.
Ammesso che esistano, perché una sonda spaziale giapponese li ha attraversati pochi anni fa e non ha registrato minima traccia di concentrazioni di polvere.
Ma se anche esistessero, ipotesi remota, non potrebbero essere definiti lune, una luna è un corpo solido.




Saaaalve, caro vecchio giambo, come sono euforico oggi, sarà perchè questa notte il bancomat della mia banca invece dei 210 EURI richiesi , me ne ha erogati solo 10? Forse, ma soprattutto mi sto ciucciando le orecchie perchè condivido una riga una di quanto dici, non era mai capitato. Dai che ce la facciamo...Devi però spiegare meglio ai tuoi fan l'ambaradan che poni: gli asteroidi Troiani & company.

Partiamo dal 1772 Quando il mitico Lagrange calcolò che intorno ad una coppia di corpi di una certa massa vi sono 5 punti di equilibrio gravitazionale. Tre di questi sono come sommità di un'altura e rappresentano un equilibrio instabile; gli altri due punti lagrangiani (L/4 e L/5) sono come pozzi gravitazionali e un piccolo corpo tende a rimanere là, nell'uno o nell'altro di questi due punti. Nel caso che in uno dei due corpi massicci giri intorno all'altro, L/4 e L/5 giacciono nell'orbita del primo corpo ad una distanza di 60° avanti e dietro il corpo medesimo. Arriviamo dunque alla mia condivisione rispetto ai tuoi corpi Troiani. Nel 1904 si scoprì qualcosa di analogo per Giove, (sempre nei punti lagrangiani L/4 e L/5) Si trattava di asteroidi conosciuti oggi col nome di asteroidi TROIANI.

L'astronomo Kordylewki decise di cercare simili oggetti nel sistema Terra-Luna, e dopo diversi anni finalmente nel marzo 1961, potè individuare nelle sue lastre fotografiche due deboli luminosità che giravano attorno alla Terra nel punto L/5 a 60° dietro la Luna. Si tratta quasi certamente di agglomerati di materiale meteoritico. La scoperta fu scientificamente omologata, non puoi tu qui pontificando mettere in dubbio la validità di tale scoperta. Nest pas vecchio mio? [SM=g1950677]
OFFLINE
Post: 479
Registered in: 1/5/2012
Gender: Male
Utente Veterano
2/18/2017 11:08 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 8:46 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com

Ufoonline.it offre i suoi contenuti nella nuova Fan Page di Facebook, un modo semplice e comodo per essere informati in tempo reale su tutti gli aggiornamenti della community direttamente nel tuo profilo del celebre Social Network. Se ti iscrivi gratuitamente, puoi interagire con noi ed essere informato rapidamente sulle ultime notizie ma anche su discussioni, articoli, e iniziative.